Tre volti

“La famosa attrice Behnaz Jafari riceve il video di una giovane che implora il suo aiuto per sfuggire alla propria famiglia, conservatrice e tiranna. Behnaz abbandona le riprese del film a cui sta lavorando e si rivolge al regista Jafar Panahi per risolvere il mistero del video e raggiungere la ragazza. Inizia così un viaggio in auto verso il nordovest rurale dove ogni incontro è pieno di fascino e ironia.”

Premio alla Miglior Sceneggiatura (ex aequo con “Lazzaro Felice” di Alice Rohrwacher) al 71.mo Festival di Cannes, 2018