Mother Cabrini

“Nata a metà dell’800 a Sant’Angelo Lodigiano, un piccolo paese della Lombardia, spese la sua intera vita a favore degli emigranti italiani e non solo. Per loro fondò oltre 67 istituzioni in tutto il mondo. Dopo la sua morte, avvenuta a Chicago il 22 dicembre 1917, il Papa ricevette più di 150.000 notizie di miracoli. Canonizzata il 7 luglio 1946, è stata la prima cittadina americana dichiarata Santa. Nel 1950 fu nominata Patrona dei Migranti. Decisa fin da bambina a partire missionaria per la Cina sulle orme di san Francesco Saverio, Francesca Cabrini fondò, all’età di 30 anni, la prima Congregazione femminile non dipendente da rami maschili e soprattutto “missionaria”, una novità assoluta per gli istituti religiosi femminili dell’epoca. Ma, invece che in Oriente, dopo aver preso coscienza del grave problema degli Italiani che emigravano a migliaia negli Stati Uniti, accettò la missione verso l’Occidente, su stimolo del Vescovo Scalabrini di Piacenza e di Papa Leone XIII. Arrivata con sei suore a New York agli inizi del 1889, dopo un lungo viaggio in nave da Le Havre, e senza trovare nulla di pronto, Francesca e le sue compagne condivisero con gli abitanti di Little Italy condizioni e sofferenze. Malvisti e maltrattati, gli Italiani erano considerati gli ultimi della societa e svolgevano i lavori che gli ex-schiavi si rifiutavano di compiere. Il mito di una terra dove scorreva latte e miele si tramutava spesso in un incubo di miseria e disperazione. Molti vi trovavano la morte e gli orfani si contavano a migliaia. Francesca e le suore iniziarono togliendo i bambini orfani dalle strade. Madre Teresa di Calcutta dichiarò di essersi ispirata a lei per la sua missione tra i più poveri.”