Assassinio sull’Orient Express

“Mentre è in viaggio sull’Orient Express, il famoso detective Hercule Poirot è chiamato a indagare su un misterioso omicidio avvenuto a bordo del celebre treno, che vede coinvolti tredici passeggeri, tutti potenziali colpevoli. Poirot dovrà combattere contro il tempo per risolvere l’enigma prima che l’assassino colpisca ancora. Il baffuto detective belga, creato da Agatha Christie, riflessivo e ironico, ha la capacità di rendere rassicuranti racconti di delitti, tradimenti e varie nefandezze del genere umano. Nelle ricostruzioni di Poirot tutto diviene astrazione, una dolente riflessione sulla natura umana, una maniera unica di inquadrare vizi e virtù della borghesia. Assassinio sull’Orient Express è forse il più celebre ed eccentrico tra i casi risolti dall’infallibile Poirot. Di certo quello che ha goduto di più trasposizioni cinematografiche, a partire da quella diretta da Sidney Lumet nel 1974, in cui a vestire i panni del detective è Albert Finney. In seguito sarà Peter Ustinov a interpretare più volte Poirot, divenendo una maschera immortale, a cui l’investigatore è comunemente associato. Oggi sono Johnny Depp, Penelope Cruz, Willem Dafoe, Judi Dench, Michelle Pfeiffer, per citarne solo alcuni, gli attori che saliranno a bordo del leggendario Orient Express, il lussuoso convoglio che collegava Parigi a Costantinopoli, reso celebre dal romanzo a puntate di Agatha Christie. Ognuno di questi divi, tra i quali abbondano i passeggeri nobili e facoltosi, è un potenziale sospettato in uno degli omicidi più celebri della storia della letteratura.”