Allied – Un’ombra nascosta

“1942. Il comandante di aviazione franco-canadese Max Vatan arriva a Casablanca per conoscere Marianne Beausejour e fingersi il suo consorte. Insieme i due devono farsi invitare al ricevimento dell’ambasciatore tedesco e assassinarlo. L’operazione è un successo e tra Max e Marianne nasce il più imprevedibile e incauto degli amori.
Aprire su una storia di spie al tempo della seconda guerra mondiale, in cui l’elevato tasso di glamour è intuibile sin da subito, è una chiara scelta di campo. Ambientare l’inizio di questa storia a Casablanca lo è altrettanto, con un portato di cinefilia e di rimandi a (o confronti con) modelli ingombranti, che solo un autore della portata di Robert Zemeckis è in grado di sostenere. Il sapore è quello del cinema classico, con Brad Pitt e Marion Cotillard come divi irraggiungibili e impeccabilmente agghindati, con Casablanca nuovamente teatro di transizione, d’amore e di segreti.